Ucraina, Schiff: “In Ucraina sono stata oltre la prima linea e non ho visto nessuna arma italiana”

"L’Italia dovrebbe essere più vicina al popolo ucraino perché sono la fortezza dell’Europa. In Ucraina ci sono state persone che hanno visto in me un immenso potenziale, mentre qui in Italia mi sono sentita tagliare le ali". Lo ha detto Giulia Schiff, ex pilota veneziana 23enne arruolata in Ucraina, tornata in Italia per un breve periodo, che ha partecipato alla manifestazione dell’Associazione cristiana degli ucraini in Italia a Roma. "Finora non ho visto nessuna arma italiana", ha aggiunto Schiff, la quale ha precisato di essere stata "oltre la prima linea, facendo in particolare attività di ricognizione. Se ho paura di essere catturata? Devono prima provarci".

Lascia un commento

Siamo chiusi per ferie